The Grudge 2 ★★½

The Grudge 2 di Takashi Shimizu.
Il film inizia da dove il primo si è interrotto e segue la storia di Aubrey, la sorella di Karen, che dopo aver scoperto che lei ha piccato l'incendio nella casa maledetta facendosi ricoverare in ospedale, è costretta ad andare a Tokyo per riportare indietro Karen. Da qui anche Aubrey entrerà in contatto con la maledizione. Questo sequel in sé non è male, prende una strada tutta sua e si distacca completamente dalla storilyne originale, portandoci così qualcosa di nuovo. Peccato che questa novità funziona per la prima ora di film, per poi diventare una mezza ciofeca e vi spiego come mai. Semplicemente il film è scritto un po' male, non ti appassioni alle storie dei personaggi, nell'ultima mezz'ora si scopre una cosa su Kayako che non sta ne in cielo, ne in terra, diventando così un'americanata allucinante, nonostante la mano del regista riesca a salvare qualcosa. Ma tutto questo non lo rende un film del tutto godibile, anzi, si rovina quello che si era creato prima, aggiungendo altre storie che si collegaranno man mano che si va avanti con la pellicola. Come per esempio la vicenda della famiglia in America, che é di un piatto allucinante, oppure quella delle tre studentesse di Tokyo che anche quella è scritta troppo veloce, che da un lato é anche gradevole, ma il tutto scorre di una velocità allucinante che non lascia un attimo di respiro allo spettatore rendendo così tutta la vicenda non approfondita, un occasione sprecata. L'unica storia che si salva è quella di Aubrey, perché è quella che interessa di più, guarda caso è quella approfondita. Nel cast abbiamo anche Sarah Michelle Gellar, che ha proprio una piccolissima parte, e lei come sempre riesce a cavarsela. L'unico lato positivo che c'è come ho detto prima, è proprio la prima parte di film, con questo inizio super scoppiettante e con un'atmosfera più oscura, cosa che mi è piaciuta un sacco. La fotografia è cambiata, con questi colori morti che vanno sempre sul grigio e questa se vogliamo è una piccola novità per la saga. La tensione c'è, le scene horror ci sono. I fantasmi di Kayako e Toshio salvano quasi tutta la pellicola, rendendola il più inquietante possibile. Peccato per la seconda parte che è orrida, con quella spiegazione su Kayako così a caso senza senso, che rende The Grudge 2 una mezza ciofeca, fatalità il film ha floppato di brutto, chissà perché.