Favorite films

Recent activity

All

Recent reviews

More
  • Bend It Like Beckham

    Bend It Like Beckham

    ★★★½

    Questo film è totalmente il mio Guilty Pleasure. Quel film che, nonostante non sia un filmone, quando rimandano in tv (troppo poco) devo vedere per forza!
    Vogliamo parlare di quanto sia bella Keira Knightley?
    Il primo ruolo che mi viene in mente quando penso a lei e sappiamo tutti che in un mondo giusto Jess avrebbe scelto Jules invece di Joe
    Scherzi a perte il film è significativo perchè uno dei primi che hanno raffigurato la vita della minoranza indiana in Inghilterra in modo intelligente.

  • The Thin Red Line

    The Thin Red Line

    ★★★½

    Il film percettivamente più lungo visto in vita mia. Non è per forza una brutta cosa..mi piaccino i film lenti che filosofeggiano sulla vita, però devo dire che qualche sbadiglio mi è capitato durante la visione
    Ottimo cast corale su cui spicca il sempre grande Sean Penn e fotografia meravigliosa. Ciò che rende il film affascinate è che sembra di essere lì a marciare e toccare i fili d'erba insieme ai soldati. Ammetto però che lo avrei fatto durare almeno un'ora in meno

Popular reviews

More
  • The Irishman

    The Irishman

    ★★★★½

    Eravamo una decina di persone a vedere questo film al cinema oggi.
    Un grande peccato..
    The Irishman è un'opera sontuosa, un testamento per tutti i film gangster e una delle opere migliori del regista. Una degna fine di una trilogia iniziata 29 anni fa con GoodFellas.
    Questo film può essere definito il C'era una volta in America di Scorsese. Il tempo che passa inesorabilmente è il tema chiave del film come anche il rimpianto e la vecchiaia.
    Grandissimi gli attori.…

  • Mank

    Mank

    ★★★½

    Fincher utilizza la storia di Mankiewicz e la sceneggiatura di uno dei film più importanti della storia per approfondire la realtà della Hollywood di quegli anni attraverso flashback che ripercorrono l'epoca fallimentare del cinema dove le case di produzione mettono occhi mani e bocche sul lavoro degli artisti e con essa uno squarcio nella politica e nella società americana degli anni 30.
    Parallelamente a ciò vi è il ritratto di un uomo buono ma scontroso e logorato dalla sua dipendenza…