The Row

The Row

un thriller/slasher imbarazzante, pigro e irritante avvolto da una spessa coperta di banalità (anche se l'essere banale e scontato è in realtà l'ultimo dei suoi problemi).
tipicamente americano, i meravigliosi personaggi vanno dal pompato poliziotto col macchinone e il cappellino che ci tiene sempre a ricordare a tutti che lui è un agente, è armato ed è un bimbo grande fino alle varie sgallettate d turno (la timida, la zozza, ecc), immersi in questa affascinantissima e mega ispirata storia di omicidi al college tra belle gnocche, bicchieri di plastica rossi, bandiere e grande sballo.
ci sono delle scene di feste, "sesso" e discussioni brutte fatte talmente male e talmente tirate per le lunghe, così come quelle blandissime degli omicidi, che a metà ero immerso nella noia più completa. e comunque, 2 minuti di thriller e violenza all'inizio, al centro e alla fine, e altri 90 di menate tra fighette pallosissime.
è tutto un vero cesso, la parte iniziale col poliziotto che fa il gradasso e si cimenta nella retata più tragicomica della storia settano abbastanza il mood dell'opera, anche se poi si fa presto a cadere nella pochezza più totale fino ai titoli di coda.