• Beyond the Valley of the Dolls

    Beyond the Valley of the Dolls

    ★★★½

    in parole povere, racconta la storia di una band rock femminile che decide di andare a los angeles in cerca di fama e emozioni.
    un film dal montaggio frenetico e divertente pieno di musica che passa con una velocità inaudita da una scena all'altra e dalla commedia al dramma fino ad arrivare agli ultimi deliranti, violenti e folli minuti che chiudono la faccenda in un modo pazzesco.
    pur con alcuni pezzi trascinati ha anche il merito di scorrere abbastanza liscio…

  • Malibu Express

    Malibu Express

    ★★½

    in cerca di esplosioni, azione e gnocca, ho finito soltanto per annoiarmi un sacco. la trama è una scemata, le scene di sesso sono ridicole e di azione ce n'è poca degna di nota.
    l'unica cosa che mi ha spinto a vederlo fino alla fine è l'esilarante protagonista, un magnum p.i. dei poveri perseguitato dalla sfiga e dalle donne e condannato a mancare qualsiasi bersaglio mentre cerca di imitare clint eastwood venendo perculato da tutti.
    qui e là mi ha fatto fare qualche risata, ma in realtà è abbastanza una palla.

  • A Classic Horror Story

    A Classic Horror Story

    ★★★

    interessante che l'abbia guardato adesso, considerando che tra un paio di settimane devo andare in Calabria in macchina con degli amici. mmmh.
    comunque sia, un horrorino godibile che nell'ultima parte si spinge troppo in là risultando un pochino goffo e con un finale che non mi è piaciuto molto.
    la prossima volta mi accontenterei anche semplicemente di un onesto horror fatto bene senza il meta di mezzo, eh, ma apprezzo lo sforzo.

    ad ogni modo, va bene i calabresi matti, ma sarebbe stato ancora meglio se fosse ambientato in toscana.

  • Mathilde

    Mathilde

    ★★

    l'appassionantissima storia d'amore tra uno zar ingenuo simp e piagnone e una ballerina stronza egoista e manipolatrice.
    ripetitivo, interminabile e a tratti ridicolo.

  • Synchronic

    Synchronic

    ★★★

    diretto dagli stessi registi dell'ottimo the endless, questo parla di un paramedico che tramite il suo lavoro entra in contatto con una troca che ammazza la gente in modi bizzarri. scoprirà poi che la suddetta sostanza permette di viaggiare nel tempo.
    un film spezzato in due. all'inizio è davvero intrigante, inoltre l'atmosfera è cupa, misteriosa e inquietante. è costruito molto bene e mi stava piacendo davvero tanto ma cambia tutto quando il protagonista entra direttamente in contatto con la pasticca…

  • One Man and His Shoes

    One Man and His Shoes

    ★★★

    un'altra grande riprova di come il consumismo e il capitalismo divorino il cervello a certa gente che poi si ammazza per avere l'ultimo modello di un paio di scarpe. una storia che purtroppo non sorprende nemmeno più e va avanti ancora oggi con certi brand (anche con le air jordan).
    diviso in due parti in modo secco e ben marcato con la prima più leggera che mostra la nascita e lo sviluppo del marketing intorno a MJ e la seconda…

  • Marshland

    Marshland

    ★★★½

    bla bla bla true detective bla bla bla

    bel film

  • The Rental

    The Rental

    ★★★

    This review may contain spoilers. I can handle the truth.

    un thriller decente che nonostante tutto ciò che ha di male riesce comunque a divertire e intrattenere, niente di che ma una buona visione per una serata.
    i 4 protagonisti sono dei completi stronzi che non sanno come si sta al mondo, infatti ricevono ciò che meritano.
    e comunque una cosa che mi ha fatto storcere il naso è il fatto che tutto ciò che accade accade a causa dei cazzi personali dei personaggi, roba che si poteva evitare benissimo…

  • Vengeance

    Vengeance

    ★★★★

    a volte se la sente calda e fa un po' troppo il sofisticato cercando disperatamente di costruire scene memorabili (e ci riesce, a dirla tutta. la sparatoria notturna nel bosco credo di averla vista in tv per caso almeno una decina di anni fa e me la ricordavo), però è davvero bello.
    mi è piaciuto tantissimo, una bella storia di vendetta e rapporti umani con degli ottimi personaggi.
    ha anche stile da vendere, è quieto ma cruento, sa essere silenzioso…

  • I giorni bianchi

    I giorni bianchi

    ★★

    senti io ho capito quello che vuole comunicare, il periodo buio, le frustrazioni, i rapporti difficili, la disperazione. tutte cose trasmesse con efficacia anche attraverso le inquadrature, le luci, i movimenti, ho capito. e funziona, anche.
    però dio cristo, messo di corsa sullo scaffale "roba dalla quale tenersi alla larghissima".

  • Help, I Shrunk My Friends

    Help, I Shrunk My Friends

    ★★

    c'è un ritardato mentale col cervello obnubilato dalla fica che ha il potere di far rimpicciolire le persone. potere pericolosissimo, che il demente usa con superficialità per questioni meramente personali e ridicole mettendo in pericolo amici, parenti e sè stesso. evidentemente non gli è mai arrivato il messaggio "da grandi poteri derivano grandi responsabilità".
    comunque è una commedia per ragazzini scema.

  • Blade Runner

    Blade Runner

    ★★★★★

    comunque lui è chiaramente un replicante.