Behray has written 163 reviews for films during 2018.

  • Black Rain

    Black Rain

    ★★½

    molto bello da vedere e con alcune scene carine ma prevedibile e pieno di stereotipi. dialoghi abbastanza tremendi. e poi è troppo lungo, arrivato a un'ora e mezza ho smesso di essere interessato.
    però oh, è dell'89, immagino che allora andasse bene così, probabilmente è uno di quei film invecchiati malissimo.

    ma davvero si poteva fumare in aereo a quei tempi? no, perchè c'è una scena in cui michael douglas è in aereo e fuma. forse era semplicemente per sottolineare che QuelLo SbIrRo è UnA TesTA CaLdA

  • Blade Runner 2049

    Blade Runner 2049

    ★★★★

    seconda volta che lo guardo e mi è piaciuto più della prima.
    non posso farci un cazzo, il setting cyberpunk di br mi piace troppo con i suoi neon, le sue musiche, le sue atmosfere.
    la cosa bella di questo è che cerca una sua dimensione senza cercare una facile operazione nostalgia.
    tutto è estremamente curato, soprattutto JOI, il prodotto della wallace, il cui rapporto con il protagonista è praticamente il tema centrale del film.
    ci sono delle scene da…

  • Fate/stay night: Heaven's Feel I. Presage Flower

    Fate/stay night: Heaven's Feel I. Presage Flower

    ★½

    originalità: zero
    banalità e stereotipi a ruota libera.

    come creare un anime di merda:
    prendere i soliti template di personaggi preimpostati e buttarli dentro (il taciturno e figo, la figa tettona, la bambina o bambino che sembra innocente ma in realtà parla continuamente di morte perchè il contrasto fa figo, la ragazza esuberante, il protagonista puro di cuore eccetera eccetera)
    parole chiave: solitudine, protezione, amicizia. concetti utilizzati fino alla nausea da qualunque mangaka.
    buttare tutto nel pentolone e metterci intorno…

  • Attack on Titan: The Roar of Awakening

    Attack on Titan: The Roar of Awakening

    ★★½

    le cose belle de l'attacco dei giganti sono i combattimenti (animati molto bene e avvincenti) e il design dei giganti.

    il resto sono:
    musiche epiche generiche tipo immediate music che io trovo veramente pretenziose e obsolete ovunque vengano inserite, figurati in un anime.
    personaggi shonen stereotipati.
    discorsi e dialoghi tirati un sacco per le lunghe che dovrebbero essere estremamente drammatici e profondi, ma risultano essere una accozzaglia di frasi banali, gente che urla e piange e fa discorsi con l'insopportabile…

  • Akira

    Akira

    ★★★★½

    ogni volta che lo vedo rimango stupefatto da quanto è bello. tecnicamente inarrivabile, musiche azzeccatissime.
    non gli do 5/5 solo perchè credo ci siano certe cose della trama che non si capiscono a fondo a meno che non si abbia letto il manga (cosa che ancora non ho fatto).
    comunque, sempre un capolavoro.
    ho visto la versione ridoppiata del 30esimo anniversario. il doppiaggio vecchio secondo me resta migliore.

  • Yu-Gi-Oh! The Movie

    Yu-Gi-Oh! The Movie

    ★★

    un film velocissimo. succedono mille cose nel giro di mezz'ora e poi parte il duello finale che dura metà film.
    gente con capigliature improbabili, mosse di gioco infinite, dialoghi risibili, discorsi stantii sull'amicizia, una trama ridicola e quel cazzo di drago bianco occhi blu in tutte le sue mille varianti.
    la cosa divertente di yugi oh sono tutte le catastrofi che succedono a causa di un gioco di carte e quanto i personaggi se la tirino tantissimo. menzione d'onore va…

  • Wakefield

    Wakefield

    ★★½

    bryan cranston interpreta un bastardo che decide di sfuggire alla sua noiosa vita fatta di routine trasferendosi in una soffitta di fianco casa e vivendo come un senzatetto per un bel pò di tempo, osservando contemporaneamente come la sua famiglia si dispera e va avanti senza di lui.
    scoprirà che, stranamente, la vita del barbone non è così facile come pensava e che dopo aver elaborato la perdita, sua moglie e le figlie riescono pian piano ad andare avanti con…

  • The Blob

    The Blob

    ★★★½

    gli effetti speciali sono pazzeschi e ci sono delle uccisioni di un certo livello. ovviamente quelli che ci restano secchi sono soprattutto coloro che osano provare a trombare o quelli fastidiosi e moralmente discutibili in pieno stile film horror anni 80. c'è persino un bambino che fa una morte orrenda, non me l'aspettavo.
    insomma è un film molto divertente, da guardare per apprezzare gli effetti splatter e il vischiosissimo blob.

  • All the Devil's Men

    All the Devil's Men

    ★½

    un gruppo di assassini/mercenari dialogano su chi di loro ha il cazzo più grosso per un'ora e mezza, agendo anche da perfetti idioti.
    comunque sì, è brutto.

  • Reprisal

    Reprisal

    ★½

    un giorno un tizio si ritrova coinvolto in una rapina alla banca in cui lavora. decide quindi di improvvisarsi detective e scoprire chi è il colpevole tra crateri di sceneggiatura, fossati logici, minchiate varie, montaggio e regia orridi.

    ah, c'è anche bruce willis. passava di lì per caso e ha deciso di partecipare.

  • Russian Ark

    Russian Ark

    ★★★★

    solo a pensare a tutto il lavoro che c'è dietro mi fa venire male. è tutto un piano sequenza di 90 minuti e fin qui uno potrebbe anche dire "vabbè, la solita sboronata", e invece no, perchè oltre al fatto che è tutto un piano sequenza c'è anche quello che ci sono migliaia di comparse da gestire tutte contemporaneamente con tutti i loro magnifici costumi e uniformi, una location meravigliosa e imponente come il palazzo d'inverno e l'hermitage, e delle sequenze pazzesche come il finale nella sala da ballo.

    non saprei se definirlo un film, più che altro è una gigantesca e fantastica visita guidata.

  • Jellyfish

    Jellyfish

    ★★½

    era abbastanza scorrevole, ma mi sa che non l'ho capito.
    sono arrivato alla fine e ho detto: ok, e quindi?