The Terminator

The Terminator ★★★★½

Nella Los Angeles odierna, arrivano dal futuro un cyborg che viene identificato come Terminator; ed un essere umano, Kile Reese. Entrambi sono alla ricerca di una donna, Sarah Connor: il primo per ucciderla, il secondo per proteggerla.

Fondamentalmente è questo, l'incipit di questo grande, grandissimo Cult che è anche un grande, grandissimo film. Mi aspettavo qualcosa di epico, ma nulla di questo livello. Perché Terminator è un film veramente incredibile, per non dire un "prodigio", che ha influenzato pesantemente la Cultura e l'immaginario di massa, oltre che il Cinema e qualsiasi altro tipo di Medium.

La figura del Terminator è davvero iconica. Un Essere spietato, violento, crudele e, soprattutto, implacabile. In alcune scene è veramente inquietante, proprio perché non prova alcun tipo di sentimento né tanto meno dolore. Anche il personaggio di Sarah Connor è stupendo, una inconsapevole e bellissima guerriera. E, per concludere, Kyle è il perfetto esempio di Deus Ex Machina, ed è il protagonista del colpo di scena migliore del film, per quanto "prevedibile",

Anche la Regia di James Cameron e la gestione della tensione, sono di livelli altissimi. Le scene d'Azione sono fantastiche e sempre tesissime, talvolta sufficientemente violente, e sempre incontestabilmente adrenaliniche.

Per non parlare, infine, degli Effetti Speciali, che sono una vera e propria gioia per gli occhi. In particolare la scena in cui il cyborg protagonista si "cura" togliendosi un occhio e sistemandosi il braccio destro. Impressionante, specialmente per trattarsi di una Pellicola del 1984.

Insomma, Terminator di James Cameron è un film prodigioso ed importantissimo, un Cult immortale per la Fantascienza e l'Action in generale. Un punto d'esempio per qualsiasi film di quel Genere da allora in avanti. Ed è bello, ma davvero tanto. Imperdibile.