Favorite films

Recent activity

All

Recent reviews

More
  • Marble Hornets

    Marble Hornets

    ★★★★½

    Troy Wagner, Joseph Delage e Tim Sutton: tre giovani studenti ed appassionati di Cinema con pochi soldi, ma con tanta voglia di fare, di sperimentare e, soprattutto, con tante idee; molte delle quali, a discapito di quanto si dica sul web, davvero buone e ben eseguite. 
    La figura dell’Operatore, così come in effetti quella del mitologico Slender-Man a cui è ispirata, non è altro che un’inquietante iconizzazione della meme culture e, per espansione, della fenomenologia mediatica in età moderna: le Creepypastas

  • Tokyo Fist

    Tokyo Fist

    ★★★★

    La violenza è il solo ed unico mordente che ha a disposizione l’individuo per sottrarsi alla monotonia di una società alienata dagli improrogabili ed estenuanti impegni del quotidiano. 
    L’esagerato afflusso di sangue in gran parte delle scene, tale da conferire a Tokyo Fist caratteristiche ben più simili a quelle di un film horror-gore che di un drama a sfondo sociale, è il traslato del disperato (e doloroso, oltre che vano) tentativo di risveglio da un torpore che è conseguenza del Patrialcalismo,…

Popular reviews

More
  • I'm Thinking of Ending Things

    I'm Thinking of Ending Things

    ★★★★½

    — People like to think of themselves as points moving through Time, but I think it’s the opposite. We’re stationary, and Time passes through us, blowing like cold wind. Maybe this is how it was always going to end.

    L’estetica surrealista di questo film è qualcosa di pazzesco. Un’indagine dolorosamente accurata sulla vulnerabilità dell’esistenza umana e sull’ineluttabilità dello scorrere del tempo, riportata da Charlie Kaufman (Eternal Sunshine of the Spotless Mind, Being John Malkovich, Synecdoche - New York) mediante verbosi…

  • Tenet

    Tenet

    ★★★½

    Christopher Nolan è oggettivamente un genio. È un po’ come il Will Hunting di Gus Van Sant; un uomo carismatico e dalla mente brillante, ma anche deliziosamente polemico e talvolta un tantino vanesio: è il regista di cui non vorresti parlare, proprio a causa del suo mostrarsi spesso tanto sfacciato ed arrogante – della serie: « non voglio dargli importanza, se la tira troppo! » – ma nel bene o nel male finisci comunque con il farlo, perché... beh, è Nolan.
     …